ACCORDO RENZI-ALIBABA VALUTAZIONE POSITIVA

“Guardiamo con interesse e valutiamo positivamente l’iniziativa posta in essere in Cina dal presidente del Consiglio Renzi in materia di contraffazione alimentare e tutela del made in Italy”.Lo afferma Stefano Berni, direttore generale del Consorzio Grana Padano, il prodotto Dop più consumato del mondo con 4 milioni e 800 mila forme annue, commentando l’accordo siglato dal premier Renzi con Alibaba per promuovere e tutelare le eccellenze italiane. “L’agropirateria – aggiunge Berni -, che va dai ‘falsi’ all’utilizzo indebito di marchi e nomi come, ad esempio, il nostro, produce effetti gravissimi sia per il mercato sia per il consumatore. Solo per il Grana Padano, abbiamo stimato un danno di circa 1 miliardo di euro all’anno: 700 milioni all’estero e 300 milioni in Italia. E tutto ciò senza dimenticare gli aspetti legati ai controlli e quindi alla sicurezza alimentare dei consumatori”. “Nei negozi e nei supermercati – conclude il direttore del Consorzio Grana Padano – è forte e in continua crescita la presenza di prodotti che per aspetto, presentazione e packaging sembrano uguali a quelli Dop, ma che nulla hanno a che vedere con il livello qualitativo degli stessi. È un atto dovuto quindi, nei confronti dei consumatori, ma anche delle filiere che li sostengono, separare i prodotti Dop e Igp sugli scaffali, con un’adeguata comunicazione affinché i consumatori siano ben informati e quindi liberi di scegliere”.