ALTA VELOCITA’ VERONA-PADOVA, IL PRIMO LOTTO ENTRO IL 2016

Il primo lotto della linea ferroviaria alta velocità Ver­ona-Padova, la cui progettazione e realizzazione è s­tata affidata al consorzio Iricav Due, di cui Salini Im­pregilo è parte, sarà autorizzato entro l’anno, ha annunciato il ministro delle Infr­astr­­utture e dei Trasporti Gr­a­ziano Delrio. L’opera si estenderà attraverso le province di Verona, Vicenza e Padova e farà parte della linea Verona-Venezia. Il valore massimo del primo lotto, la «Verona- Bivio Vicenza», ammonta a 2,410 mil­iardi di euro, per un costo co­mplessivo dell’opera di circa 5 miliardi di euro. En­tro la fine del 2016 è previsto infatti il completamento dell’iter autorizzativo degli altri due restanti lotti, che rig­uarderanno ris­pe­ttivam­en­te l’attraversamento di Vicenza, e la Tratta Vice­nza-Pa­dova. Società parti del consorzio sono Sal­ini Im­pregilo, Astaldi, Società It­aliana per Con­dotte d’Acqua e La­m­aro Appalti e Fi­ntecna. Il progetto ha per obiettivo il quadruplicamento dell’intera Verona-Pa­­­dova, prevedendo la rilo­cazione della linea storica in alcuni casi di stretto af­fiancamento tra le due linee.