BANCO POPOLARE: AUMENTO DI CAPITALE AL VIA E OPPORTUNITÀ DI INGRESSO

Diritti e azioni del Banco Popolare  molto volatili in borsa. Ha preso il via ieri l’aumento di capitale da 1 miliardo del Banco Popolare, guidato da Pier Francesco Saviotti . Le nuove azioni sono offerte a 2,14 euro (prezzo di riferimento ex-diritto a 2,934 euro, con un valore dei diritti pari a 1,02), un prezzo a sconto del 46% rispetto alla chiusura di venerdì scorso e con uno sconto sul Terp (il valore teorico del titolo al netto del diritto di opzione) del 29,3%. Il Banco Popolare  emetterà 465,6 milioni di nuove azioni da offrire in opzione ai soci nel rapporto di 9 titoli nuovi per ogni 7 posseduti. I diritti saranno scambiati fino al 16 giugno e potranno essere esercitati entro mercoledì 22. “La pesante penalizzazione del titolo nell’ultimo mese, -36% circa, e da inizio anno, -70%, unita al prezzo di emissione delle nuove azioni”, spiega un trader, “fa sì che i livelli attuali possano essere visti come un’opportunità di ingresso”.L’aumento di capitale è condizione per la fusione con la Banca popolare di Milano . L’aumento di capitale del Banco non influirà sui termini della fusione. Di conseguenza, gli azionisti del Banco avranno il 54,626% del capitale post-fusione e Bpm  il restante 45,374%.