BPVI, ARRIVA IL NUOVO CORSO Piano industriale potrebbe essere presentato l’11 ottobre Si chiudono le filiali che si trovano fuori dell’area storica.

Riunione di oltre dieci ore per il consiglio di amministrazione della Banca Popolare di Vicenza impegnato ad analizzare le linee generali del piano industriale in arrivo. Secondo quanto risulta a Milanofinanza.it, il documento potrebbe essere presentato il prossimo 11 ottobre con l’obiettivo di mettere nero su bianco il nuovo corso dell’istituto. La controllata del Fondo Atlante dovrebbe agire in modo deciso sui costi, ma anche sul rilancio commerciale. Sul primo aspetto la mossa è inevitabile. Nel frattempo,  tornano le indiscrezioni su una possibile fusione tra la Banca Popolare di Vicenza e Veneto Banca. Questa volta a lasciare aperta la strada all’ipotesi integrazione tra i due istituti sono stati due rappresentanti di primo piano della Banca Popolare di Vicenza. Gianni Mion e Francesco Iorio, rispettivamente presidente e amministratore delegato della Popolare di Vicenza, in una intervista apparsa su Affari&Finanza (supplemento de La Repubblica), hanno affermato che il futuro del loro istituto passa da una integrazione con Veneto Banca. Secondo alcune indiscrezioni a riguardo non è escluso che l’istituto vicentino decida di tagliare tutte le filiali che sono ubicate fuori dall’area.