CAIRO PUNTA SULLE SINERGIE Tra il Gruppo che controlla il Corriere della Sera e La7. La Consob intanto ha congelato l’Opa lanciata da Bonomi.

Nel fine settimana la Consob ha congelato l’opa di Bonomi & Co. su Rcs , e ha dato il via libera a quella dell’editore Urbano Cairo. La commissione di sorveglianza ha chiesto un’integrazione al prospetto presentato dal numero uno di Investindustrial assieme ai soci Diego Della Valle, UnipolSai , Pirelli e Mediobanca . Questi ultimi hanno proposto 0,7 euro in contanti per azione Rcs . E si sono messi d’accordo per non aderire all’offerta concorrente (assieme compongono il 22,6% del capitale).La Consob ha dato invece l’ok all’ops lanciata da Cairo con il sostegno di Banca Imi per 0,12 azioni di Cairo Communications  per ciascun titolo Rcs . L’offerta partirà il 13 giugno e terminerà l’8 luglio.Intanto la Borsa continua a scommettere su un rilancio da parte dell’editore. Le azioni hanno chiuso venerdì a 0,766%, ben sopra il livello di opa di Bonomi. In questi giorni il gruppo editoriale che edita il Corriere della Sera sta rifinanziando il debito da 352 milioni di euro con un gruppo di istituti di credito. Fra queste, Banca Imi è il maggiore creditore. Il piano di Urbano Cairo sul rilancio di Rcs si basa su tre pilastri: massima efficienza, riduzione dei costi senza tagli all’organico e aumento dei ricavi.Per costruirli in tre anni, il patron di Cairo Com intende sfruttare tutte le possibili sinergie fra il gruppo che controlla il Corriere della Sera e La7.