CANTONE CONTROLLA 20 COMUNI ITALIANI

Il Nucleo Speciale Anticorruzione della Guardia di Finanza, con il coinvolgimento di diciannove Sezioni Anticorruzione istituite presso i Nuclei di polizia tributaria del Corpo in sede di capoluogo di regione, ha dato avvio ad una coordinata attività ispettiva disposta dall`Anac in materia di anticorruzione e trasparenza. Gli interventi delegati con mandato ispettivo a firma del presidente Raffaele Cantone sono rivolti nei confronti di 20 Comuni ripartiti in altrettante Regioni, dei quali nove capoluoghi di regione, nove capoluoghi di provincia e due comuni di medie dimensioni. Ai finanzieri, l`Autorità ha chiesto di verificare, per ogni amministrazione interessata, la corretta predisposizione e attuazione del Piano triennale di prevenzione della corruzione (Ptpc), del Programma triennale sulla trasparenza ed integrità (Ptti) e del Codice di comportamento per i dipendenti pubblici.Con queste ispezioni, prosegue la sinergica attività di collaborazione tra Anac e Gdf che si attua anche tramite l`esecuzione del Piano ispettivo predisposto dell`Autorità, concernente, tra l`altro, proprio la vigilanza sui piani triennali di prevenzione della corruzione e sull`osservanza delle regole sulla trasparenza dell`attività amministrativa che deve essere garantita tramite la completa pubblicazione di documenti, informazioni e dati sui siti internet istituzionali nell`area denominata “Amministrazione trasparente”.