CARIGE: AUMENTO DI CAPITALE? UN PIANO STRATEGICO

Il titolo Banca Carige  è salito (+3,15% a 0,38 euro) di concerto con le altre banche a Piazza Affari nel giorno del consiglio di amministrazione  chiamato ad approvare il piano strategico 2016-2020. Le linee guida del nuovo piano strategico, che risponde anche alle richieste della Bce di un aggiornamento del piano precedente che risale a marzo 2015, erano state approvate lo scorso 30 maggio.Fonti di stampa, scrive MF,  hanno ipotizzato una serie di iniziative volte al recupero dell’efficienza operativa e della redditività, il rafforzamento degli investimenti in Information Technology, una riduzione delle filiali (chiusura di 80 sportelli su un totale di 625) e una redistribuzione delle risorse alle attività di marketing. E’ anche prevista una vendita graduale delle sofferenze grazie anche all’utilizzo delle garanzie dello Stato (Gacs) e al fondo Atlante, aggiungono gli analisti di Icbpi in una nota. Gli esperti di Icbpi ricordano che la stampa, anche nelle ultime settimane, ha ventilato un possibile nuovo aumento di capitale. Ma l’ad di Banca Carige , Guido Bastianini, ha già negato ufficialmente quest’ipotesi. Un eventuale aumento di capitale che in questo momento, osservano gli analisti di Icbpi, potrebbe anche incontrare ostacoli visti le condizioni deboli del mercato. Icbpi ha confermato il rating neutral e il target price a 0,70 euro sull’azione Banca Carige .