CATTANEO,ADDIODA25MILIONI

Le strade di Tim e di Flavio Cattaneo si sono divise. Venerdì il manager presenterà la semestrale di Tim , che con molta probabilità confermerà la crescita del gruppo e fornirà spunti positivi per la valutazione industriale dell’azienda. Quello però sarà l’ultimo atto ufficiale di Cattaneo in qualità di ceo della società, visto che è stata ufficializzata la decisione (già ampiamente attesa dal mercato) del consiglio d’amministrazione sull’uscita dal gruppo del manager. In serata, dopo un consiglio iniziato alle 18, Tim ha informato che il board «ha approvato a maggioranza (previo parere favorevole a maggioranza del Comitato Nomine e Remunerazione, espresso anche ai sensi della Procedura per l’approvazione di operazioni con parti correlate di minore rilevanza, stante la qualifica come parte correlata dell’amministratore delegato) un accordo transattivo avente ad oggetto la cessazione, con effetto dal 28 luglio, del dott. Flavio Cattaneo dalla carica di amministratore delegato (in quanto tale membro altresì del comitato strategico) e dal rapporto come direttore generale (con effetto dal 31 luglio)». Una decisione che non è stata presa all’unanimità, visto che i rappresentanti dei fondi non si sono espressi a favore e che, come riportato dal comunicato dell’azienda «il Collegio Sindacale ha espresso parere non favorevole», anche se «non vincolante». Dopo giorni di indiscrezioni sull’ammontare della buonuscita del ceo, il gruppo ha comunicato che Cattaneo lascerà l’azienda con 25 milioni di euro.