CON LATTE SORESINA LA SPESA SOTTO CASA

La crisi sta cambiando le abitudini dei consumatori. Non più carrelli stracolmi di generi alimentari, che spesso si traducevano in sprechi ingiustificati di cibo. La necessità di risparmiare ha portato a una spesa più oculata e alla riscoperta dei punti di vendita sotto casa. La grande distribuzione ha subito intuito il cambiamento e sta aprendo piccoli supermercati di prossimità, proprio per venire incontro al consumatore che privilegia sempre più la spesa day by day per spendere di meno. Latteria Sore­sina, azienda leader del lattiero caseario, con un fatturato di oltre 308 milioni di euro nel 2015, in crescita tra gennaio-agosto 2016 del 5% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (prevede di chiudere il 2016 a 323 milioni di euro), è tra le prime realtà che ha colto al volo questo trend e lo sta cavalcando. Senza abbandonare la sua vocazione per la grande distribuzione, che si conferma il core business aziendale, sta allargando la propria attività negli esercizi commerciali di prossimità, candidandosi a diventare tra i più importanti fornitori di questo genere di strutture. Numerosi prodotti della Latteria Soresina anche a marchio Latte Milano, Latte Bergamo, Pavilat e Clab, sono, infatti, distribuiti prevalentemente in canali alternativi a quello primeggiante della Grande Dis­tri­buzione Organizzata, come quelli tradizionali e ho.re.ca., tramite l’area di business della Tentata Vendita che conta più di 100 furgoni e 130 persone addette e che viene definita dall’azienda Vendita Dinamica.