CONFINDUSTRIA: “ALLE IMPRESE SERVE UN POLO DI RICERCA”

I presidenti delle Confindustrie di Vicenza, Padova e Treviso scrivono al premier Renzi. Il tema è il Nordest e il PIano italia 4.0. Al premier si rivolgono Massimo Finco, Maria Cristina Piovesana e Luciano Vescovi.”L’industria manifatturiera è ormai riconosciuta come una delle leve fondamentali per lo sviluppo futuro del nostro Paese – scrivono i confindustriali. Sviluppo è sinonimo di innovazione. Ma è solo attraverso un sapiente uso dell’innovazione, applicata ai processi produttivi, che può nascere la vera eccellenza in grado di alimentare in maniera virtuosa la crescita strutturale dell’economia. Questo percorso richiede uno sforzo congiunto. Solo una politica di sistema che unisca le istituzioni, il mondo industriale e il comparto accademico e della ricerca può innescare un processo di reale evoluzione e innovazione, affinchè si possa davvero beneficiare di quella che chiamiamo la quarta rivoluzione industriale”.Da qui “la richiesta e l’auspicio che il Veneto e il Nordest, che rappresentano il 17% del Pil industriale e il 19% dell’export nazionali, siano inclusi tra i territori individuati per ospitare un Competence Center, un polo di ricerca e trasferimento della conoscenza, punto di riferimento per le imprese della nuova industria”.