COSMETICI, VENDITA A DOMICILIO PENSANDO AL BENESSERE GENERALE

Tanta innovazione di prodotto e un servizio su misura, con il cliente che diventa protagonista di un momento speciale dedicato alla bellezza e al benessere, condotto da consulenti esperti. Sono questi i fattori che spiegano il successo della vendita a domicilio per quanto riguarda cosmetici e prodotti per la cura del corpo: nel 2017 le aziende del settore beauty di Univendita, la maggiore associazione di categoria della vendita a domicilio, hanno registrato un incremento del fatturato del 2%. Una performance superiore a quella dei canali tradizionali, che nel 2017 in Italia sono cresciuti di 1,3 punti percentuali. In occasione della fiera internazionale Cosmoprof Worldwide (Bologna, 15-18 marzo), Univendita rende noti i numeri e le novità 2018 delle aziende associate. «In un settore, come quello della bellezza, che ha visto negli ultimi anni moltiplicarsi i canali di vendita, vince chi sa proporre un plus, come la consulenza personalizzata»: è l’opinione del presidente dell’associazione Ciro Sinatra. Che prosegue: «Nella vendita a domicilio i clienti ricevono consigli in base alle proprie esigenze e possono provare i prodotti con tutta calma, in un contesto familiare e amichevole. La formula del “party plan”, la più usata dalle aziende che propongono cosmetici e prodotti per la cura del corpo, trasforma infatti l’acquisto in un’esperienza esclusiva e coinvolgente che la cliente può godersi a casa propria, assieme alle sue amiche». Per Just Italia, azienda svizzera di cosmetici naturali presente in Italia dal 1984, «La bellezza non è più legata solo all’apparenza e alla perfezione estetica, ma è sempre più il risultato di un benessere generale, sia fisico che emozionale, della persona». Questa definizione, fornita da Daniela Pernigo, direttore marketing di Just Italia, focalizza una tendenza che sta emergendo chiaramente dal mercato. Inoltre, prosegue Pernigo: «Il cliente nel brand ricerca i valori in cui si riconosce e che sono espressi dalla qualità del prodotto, dalla naturalità, dalla sostenibilità, che diventano sempre più determinanti nella scelta di acquisto».