CRISI DELLE BANCHE GERMANIA CHIEDE AIUTO

“L’Europa ha urgentemente bisogno di un fondo a tutela della banche del valore di 150 miliardi di euro, per permettere e favorire la ricapitalizzazione degli istituti in difficoltà, italiani ma non solo”. La richiesta, a sorpresa, arriva proprio dalla Germania, ovvero dal capo economista di Deutsche Bank in un’intervista alla Welt am Sonntag. “L’Europa è molto malata e deve iniziare ad affrontare i suoi problemi con estrema rapidità» altrimenti può finire male, ha detto David Folkerts-Landau, spiegando di non essere «un profeta di sventura, ma un realista”. Insomma, tra il rischio di una crisi bancaria in Italia (con il bail-in che ormai sta stretto anche Berlino, come dimostrato dalla vicenda della Landesbank di Brema) e una Grecia perennemente in bilico, le riunioni di Eurogruppo ed Ecofin che si terranno questa settimana si preannunciano molto faticose, non solo per le incertezze legate alla Brexit.  Il primo punto all’ordine del giorno dell’Eurogruppo di oggi sara’ quello che impegnera’ per piu’ tempo i ministri delle finanze guidati da Jeroen Dijsselbloem. Si tratta infatti della “situazione economica e finanziaria nell’Eurozona”, e in particolare degli “sviluppi sui mercati finanziari conseguenti al risultato del referendum del Regno Unito sull’appartenenza all’Ue del 23 giugno” Il tema banche infiammerà infatti la riunione soprattutto in vista della pubblicazione, il 29 luglio, dei risultati degli stress test.