EDILIZIA, UN PO’ DI BUONE NOTIZIE di Achille Ottaviani

Mai, nell’ultimo decennio, i tassi di interesse dei mutui sono stati così bassi. A questo va aggiunto che i bonus fiscali per lavori in casa e riqualificazioni energetiche degli immobili hanno superato il 38 per cento di media. Due buone notizie che fanno preludere che forse la grande crisi dell’edilizia potrebbe finalmente arrivare al capolinea. Secondo l’agenzia delle entrate poi le compravendite immobiliari sono aumentate di oltre il 20 per cento tra febbraio e marzo. Se vogliamo aggiungere dell’altro possiamo evidenziare che anche la possibilità di interrompere il pagamento delle rate del mutuo è in crescita. Le domande accettate si sono avvicinate in valore a più di 3 miliardi di euro di mutui sospesi. Come se non bastasse la Cassa Depositi e Prestiti ha messo a disposizione in diverse misure 8 miliardi di euro. Tra queste la più importante quella chiamata “plafond casa”. Altro non si tratta che la provvista riservata alla concessione di mutui abitativi a tasso agevolato. Ultimamente incrementata di un altro miliardo. Ora, se ci fosse un bel taglio delle tasse, forse l’edilizia tornerebbe a volare.