ETRURIA, MARCHE E CHIETI UBI SE LE VUOLE COMPRARE

Ubi Banca va avanti nella trattativa per l’acquisto di tre delle quattro good bank messe in vendita dall’unita’ di risoluzione di Banca d’Italia, cioe’ Banca Marche, Etruria e CariChieti. Ieri, secondo le indiscrezioni, il consiglio di gestione dell’istituto guidato da Victor Massiah si è riunito per un’informativa che, se non ha certamente sbloccato la partita, ha confermato tuttavia la volontà di non lasciare il tavolo. L’aspetto piu’ delicato è il capital plan con la richiesta della Bce di un aumento da 600 milioni che si confronta con i 400 milioni messi sul piatto da Ubi. C’è poi il tema delle condizioni a cui è vincolata la presentazione dell’offerta formale.Una di queste riguarda l’applicazione dei modelli interni gia’ applicati da Ubi anche alle tre banche: cosi’ ci sarebbe uno sconto patrimoniale. La Banca Centrale Europea pero’ non sarebbe disposta a concedere un via libera immediato: le banche dovrebbero fare richiesta per l’approvazione dei modelli, che pero’ potrebbe arrivare tra molti mesi.