FUSIONE AVANZI-RANDAZZO IL COLOSSO DELL’OCCHIALE

Dopo una lunga trattativa è stato siglato l’accordo per il mantenimento dei livelli occupazionali dei lavoratori della sede amministrativa della storica azienda palermitana Randazzo, acquistata nel dicembre 2014 da Grand Vision, il colosso olandese che possedeva già la catena Avanzi. Dal primo luglio Randazzo e Avanzi saranno un’unica azienda, con un’unica sede amministrativa a Bologna, dove si trasferiranno buona parte dei lavoratori. “La chiusura della sede amministrativa su Palermo è una grave perdita per la nostra città, che già due anni fa avevo perso, con la vendita, l’ultima delle grandi aziende storiche palermitane, la Randazzo”, afferma Monja Caiolo, “purtroppo le ragioni della riorganizzazione aziendale hanno prevalso. Con gli sforzi di tutti, dopo un’estenuante trattativa, si è arrivati alla sottoscrizione di un accordo che prova a tenere conto delle esigenze di tutti i lavoratori”. L’accordo, sottoscritto da Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil, infatti, prevede facilitazioni economiche per coloro che si trasferiranno a Bologna per proseguire l’attività amministrativa, piuttosto che in altre sedi d’Italia per una ricollocazione all’interno della rete vendita.