GENERALI, UTILI IN CALO MA BATTE GLI ANALISTI

Generali ha chiuso il primo semestre del 2016 con un utile netto di 1,2 miliardi, in calo del 9,9% rispetto alla prima metà del 2015; il dato è superiore al consensus degli analisti, che si attendevano un risultato netto nell’ordine degli 1,1 miliardi di euro. Sull’utile – comunica la compagnia – pesano maggiori svalutazioni e minori profitti “frutto di una politica di gestione in linea con la strategia di preservare la futura redditivita’ in presenza delle attuali condizioni avverse dei mercati finanziari”. Il risultato operativo nel semestre si e’ attestato a 2,5 miliardi di euro (-10,5%); i premi sono pari a 37 miliardi di euro (-2,1%), con il ramo danni in crescita dell’1,3% e quello vita in calo del 3,5% per effetto della “volatilita’ dei mercati azionari”.”I risultati delle performance tecniche del nostro business dei primi sei mesi sono solidi e incoraggianti, nonostante condizioni di mercato estremamente avverse”. Così il Group Ceo di Generali , Philippe Donnet, ha commentato i risultati semestrali. “Questi risultati e il lavoro di tutti i nostri collaboratori nel mondo ci permettono di mantenere l’impegno di offrire ai nostri azionisti una remunerazione in linea con i target di piano”.