IL LEGNO? SI COLTIVA PAROLA DI KROSTAR

Finita l’era del disboscamento selvaggio oggi il legno è una materia prima che si coltiva e raccoglie come il mais o il grano destinati all’industria alimentare: il legno destinato al commercio è prodotto principalmente da foreste piantate o proviene anche dalla manutenzione dei parchi, necessaria per mantenere i boschi sani e vitali. Lo testimonia il caso di Krostar, azienda svizzera leader a livello globale nella logistica e nel trading del legno, che commercializza 800 mila tonnellate l’anno di woodchips e tronchi, la cui provenienza è garantita da certificazioni che ne assicurano l’origine da foreste gestite in maniera responsabile. piega Angelo Alimonti, managing director di Krostar: “Per ottenere il legno non vengono più disboscate le foreste naturali, ma tutta la materia prima è certificata e proviene da due fonti principali: dalle foreste piantate oppure dalla manutenzione dei boschi. Continua Alimonti: “Le woodchips e i tronchi che commercializziamo sono per tale ragione accompagnati da certificati di origine e fitosanitari. Valore aggiunto di Krostar è una logistica efficiente che rende possibili trasporti unitari di grandi dimensioni: ci avvaliamo di navi dedicate per il trasporto grazie a contratti pluriennali di timecharters con primari armatori mondiali”.Nel 2015 Krostar ha raggiunto un fatturato aggregato tra logistica e trading di woodchips e tronchi, di 60 milioni di dollari.