IL MINISTRO PADOAN E IL TAGLIO DELL’IRPEF

Sull’abolizione di Equitalia “il problema è più generale e lo stiamo esaminando nell’ambito delle agenzie fiscali perché il sistema della gestione tributaria deve cambiare”. Lo ha detto il ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, in un’intervista a Sky Tg 24, aggiungendo che “il concetto chiaro è il rapporto amichevole tra contribuenti e fisco” che non deve essere piu’ vissuto come un “conflitto violento ma bisogna stabilire – come si sta facendo – un rapporto di fiducia”. Inoltre, sul fronte della riscossione “stiamo ottenendo risultati molto importanti dalla lotta all’evasione fiscale per poi abbattere le tasse”, ha precisato. “L’Italia è all’avanguardia” nell’aumento della trasparenza fiscale, grazie anche alle “molte intese siglate”, tra gli altri “con il Principato di Monaco, con la Svizzera che si sono tradotti in più gettito per lo Stato”, ha sottolineato.”Io non escludo niente”, ha poi risposto il ministro sulla possibilità di anticipare il taglio dell’Irpef al 2017 rispetto al 2018 previsto nel cronoprogramma del governo. “Noi continuiamo come all’inizio a sostenere la crescita ma anche ad aggiustare la finanza pubblica”, ha spiegato. “Certamente continueremo a tagliare le tasse per le imprese, il lavoro e le famiglie”.