INDUSTRIA DEL LEGNO, MERCATO CINESE A DUE CIFRE Il presidente Snaidero ricorda che anche il 2015 ha fatto registrare una crescita all’estero. Problemi con la Russia.

“I risultati 2015continuano a registrare una crescita sull’estero, nonostante i problemi legati alla Russia, verso cui abbiamo perso molto fatturato, ma il mercato cinese continua a crescere a due cifre”. Lo ha detto il presidente di Federlegno, Roberto Snaidero intervendo a Venezia come ospite dell’assemblea annuale di Epf (Europea Panel Federation). “Ma il dato più importante”, ha aggiunto, “è che, nel 2015, si è registrata una prima inversione di tendenza, con un sia pur minimo segno più. E, quest’anno, i dati fino ad aprile si posizionano sulla stessa linea. Va poi registrato un salone del mobile che ha battuto tutti i record, con oltre 372.000 persone, il 67% delle quali dall’estero”. Snaidero ha sottolineato che la strategia della Federazione è quella di esplorare nuovi mercati: non a caso partirà la prossima settimana con una quindicina di aziende per Teheran, dove incontrerà le realtà locali, In più, andrà ad esplorare il mercato africano subsahariano, sul quale probabilmente non ci saranno risultati immediati, ma si cercherà anche di guardare avanti, visto che inizia ad avere un pil interessante per i nostri prodotti e “vogliamo essere presenti, per riservare una parte significativa all’industria italiana”, ha concluso.