L’ITALIA É CAMBIATA ANZI NO di Achille Ottaviani

Come di consueto il nostro quotidiano online Industria e Finanza non uscirà nel mese di Agosto. Ce ne andiamo in vacanza a riposare e, nonostante alcuni segnali positivi, seppur deboli dell’economia, con angosce e preoccupazioni molto simili a quelle dello scorso anno. Da troppo tempo alle parole ed alle promesse non corrispondono fatti concreti. Ancora una volta la classe politica non è stata all’altezza del compito affidatele obbligando imprenditori commercianti artigiani e agricoltori ad arrangiarsi. Quest’anno il nostro si è dimostrato sempre di più un paese in svendita. Preda delle speculazioni ed indebolito dalle riforme strutturali che nel concreto non sono venute. Non faccio esempi in merito perché non abbiamo molto spazio a disposizione ma di esempi sono piene le cronache dei giornali. A differenza dello scorso anno dove all’ordine del giorno c’era la tragicommedia greca e la bolla cinese quest’anno sul podio ci va la Brexit dell’Inghilterra che lascerà con comodo, cioè entro il 2020, l’Unione Europea a cui aveva aderito solo in parte. Per chi vuol capire anche questa storia dice molto, anzi …. tutto.
Buone vacanze!