MALTAURO: GRAZIE AFRICA Alla formazione del risultato hanno contribuito le commesse in questo continente. In Italia si lavora alla Tav Treviglio-Brescia.

L’assemblea degli azionisti di Impresa Costru­zioni Giuseppe Malta­uro S.p.A. – presenza storica nel settore delle costruzioni, nell’ambito del quale opera sia in Italia che all’estero at­tra­verso la realizzazione di infrastrutture e di fabbricati civili, ha ap­provato il bilancio dell’esercizio 2015. I ricavi consolidati al 31 dicembre 2015 si so­no attestati a 482 milioni di euro (545 milioni al 31.12.2014), generati al 94 % dal settore delle costruzioni e conseguiti per il 61% all’estero e per il 39% in Italia.  “I risultati conseguiti nel 2015”, ha detto  Alberto Liberatori, presidente e amministratore delegato del Gruppo Maltauro sono in linea con il piano industriale della società per i prossimi tre anni e confermano la solidità patrimoniale del nostro Gruppo, consentendo di affacciarci con fiducia alle sfide che ci attendono soprattutto sui mercati esteri, dove con­tinuiamo a crescere”. Alla formazione del risultato hanno contribuito in modo sostanziale le commesse del Gruppo in Medio Orien­te (per circa 273 milioni di Euro) e in Africa (Kenia e Capo Verde) dove sono in fase di realizzazione importanti in­frastru­tture aeroportuali e stradali che contribuiranno all’attività del Gruppo anche nei pros­simi esercizi. Per quanto riguarda le commesse italiane ha contribuito alla formazione del risultato 2015 la prosecuzione della commessa dell’alta velocità ferroviaria nel tratto Treviglio-Brescia (per 36 milioni di Euro).