MARCEGAGLIA E INDIANI PER COMPRARSI L’ILVA

Il gruppo Marcegaglia e il gruppo indiano Arcelor Mittal hanno comunicato ufficialmente ai commissari straordinari Ilva la volontà di costituire una joint venture per presentare l’offerta vincolante per l’acquisizione dell’acciaieria. La cordata, scrive Il Messaggero, avrebbe come capofila gli indiani, il gruppo Marcegaglia entrerebbe con una quota del 15-20%. Squadra che, secondo le indiscrezioni, potrebbe schierare con l’ok del premier Matteo Renzi, l’ex amministratore delegato dell’Eni Paolo Scaroni come Ceo.Pronta a scendere in campo, con una quota di minoranza oscillante tra il 20 e il 30%, la Cassa depositi e prestiti. La scelta su quale cordata affiancare, spiega il giornale, ancora non è stata presa. Dalla Cassa fanno sapere che la decisione si basera’ sulla valutazione del piano più solido. Le offerte vincolanti devono essere formalizzate entro il 30 maggio, il closing dell’operazione è pero’ fissato per il 30 giugno. Intanto proseguono in maniera serrata anche i contatti tra le imprese che potrebbero costituire l’altra cordata interessata all’Ilva: i turchi di Erdemir con il gruppo Arvedi.