MEDIASET CONTRO VIVENDI MA SI PROFILA UN ACCORDO

Siamo fiduciosi su Mediaset Premium”. Con queste parole Arnaud de Puyfontaine, ceo di Vivendi, ha ribadito di essere pronto a formulare a Mediaset una proposta alternativa sulla tv a pagamento. Il contratto firmato lo scorso 8 aprile, prevedeva che entro il 30 marzo le due società avrebbero dovuto perfezionare l’accordo. La data, tuttavia, può essere rivista dalle parti, e ora si lavorerebbe per trovare una soluzione nelle prossime settimane, negoziarla e annunciarla entro il 30 ottobre. Rimandare oltre non sarebbe possibile, perché Mediast Premium deve programmare i palinsesti e le offerte e prepararsi per l’asta dei diritti del calcio di serie A e della Champions League che inizierà nel gennaio 2017.Secondo indiscrezioni, Mediobanca e il finanziere Tarak Ben Ammar stanno lavorando per trovare una soluzione che avvicini le posizioni dei due gruppi e soprattutto scongiuri una lunga e violenta battaglia legale. Lo scorso 19 agosto Mediaset ha infatti presentato una causa civile chiudendo a Vivendi 50 milioni di danni al mese a far data dal 25 luglio, quando il gruppo ha iniziato a contestare unilateralmente il contratto per l’acquisto del 100% di Premium, e il maggior danno subito quantificato in non meno di 1,5 miliardi.