MEDIOBANCA: LE PREVISIONI UN PO’ TROPPO OTTIMISTICHE

Anche Jp Morgan, come Mediobanca e Kepler, considera troppo ottimistiche le previsioni del piano industriale della Popolare di Vicenza. La banca Usa, secondo quanto risulta all’ANSA, stima un utile al 2018 di 141 milioni di euro, inferiore del 30% rispetto ai 202 milioni messi a piano della Vicenza, e di 218 milioni al 2020, contro i 309 milioni indicati della Bpvi, “principalmente a causa di un margine di interesse e di commissioni più basse”.     Mediobanca ha tagliato del 17% le stime di utile al 2018 e Kepler Cheuvreux del 57% quelle al 2018 e del 39,5% quelle al 2020. Piazzetta Cuccia ha stimato il valore della Bpvi tra 1,1 e 1,6 miliardi di euro, includendo l’aumento da 1,5 miliardi e non considerando i rischi legali e di liquidità, al momento “non quantificabili”. In pratica, secondo Mediobanca, l’istituto berico potrebbe valere meno delle risorse in entrata con l’aumento.    Mediobanca e Jp Morgan fanno parte del consorzio di collocamento della Popolare di Vicenza, attualmente guidata dall’amministratore delegato Francesco Iorio.