MEPIT, UN ACCORDO PER L’AEREO F35

Mepit è un esempio di azienda italiana di eccellenza che grazie a una lungimirante strategia di internazionalizzazione intrapresa con il supporto di Co.Mark, società del Gruppo Tecnoinvestimenti specializzata in servizi di Temporary Export Management, è riuscita a portare la propria componentistica meccanica hi-tech sui mercati internazionali, aggiudicandosi una commessa da 7 milioni di dollari.
L’azienda di Settimo Torinese, che conta 31 dipendenti, ha firmato un accordo milionario per la fornitura di componenti per il motore dell’aereo militare F35 realizzato dal colosso americano Lockheed Martin. “L’ago della bilancia è stato la nostra capacità di produrre pezzi molto complicati, con elevata qualità e a costi competitivi”, afferma Luca Pigato, amministratore delegato di Mepit. “Noi abbiamo sempre investito molto sulla ricerca, crediamo che sia fondamentale per un’azienda che vuole precorrere i tempi e non solo restare al passo: il nostro accordo con Pratt & Whitney conferma che la passione e la qualità pagano. Il problema era piuttosto riuscire a far sì che la nostra competenza venisse riconosciuta anche all’estero. Per questo ci siamo affidati a Co.Mark, che ha messo in atto una strategia davvero efficace e di ampio respiro”. Il successo è merito anche della nuova figura in outsourcing di cui l’azienda si è dotata per lo sviluppo del commercio estero: il Temporary Export Specialist di Co.Mark.