MOZZARELLE, SABELLI COMPRA TREVISANALAT

Un nuovo polo delle mozzarelle e formaggi freschi, in grado di fare concorrenza alle grandi multinazionali alimentari e di essere competitivo sui mercati internazionali, valorizzando la produzione made in Italy: nascerà dall’unione tra Sabelli, tra le maggiori industrie casearie italiane a compagine familiare, e Trevisanalat, una delle più grandi aziende italiane per numero di mozzarelle prodotte. Con un fatturato complessivo che supererà i 120 milioni di euro, il nuovo gruppo si posiziona tra i leader di mercato specializzato in uno dei prodotti italiani più famosi e apprezzati al mondo. Sabelli, assistito dall’Advisor Oaklins Arietti, ha acquistato Trev­isanalat da Alto Partners SGR, il fondo di Private Equity guidato da Stefano Scarpis, supportato da Simone Citterio di Banca Euromobiliare in qualità di Advisor dei venditori. L’o­perazione è stata finanziata dalle banche nazionali IMI-BNL.“Si tratta di un grande tragu­ardo per la nostra azienda e per tutto il sistema del Food Made In Italy”, hanno dichiarato Simone Mariani e Angelo Galeati, entrambi amministratori delegati e rappresentanti della proprietà Sabelli.Il 2015 si è chiuso per l’azienda marchigiana con un fatturato di quasi 70 milioni euro (8,4 milioni di euro di Ebitda) e nei primi sei mesi del 2016 ha già superato i 35 milioni di euro, segnando +10% sui volumi di vendita.