NEL PANAMA PAPERS SPUNTA MONTEZEMOLO

Le due fughe di notizie avvenute nel week end, definite storiche dagli analisti di Equita Sim, rischiano di creare ulteriore incertezza nei mercati azionari in un trimestre che si prannuncia già di per sé complicato.Nel corso del fine settimana è stato pubblicato il transcript di una telefonata tra due funzionari del Fmi che facevano riferimento a un possibile credit event sulla Grecia in concomitanza col referendum per la brexit, da usare come strumento per convincere la Ue a concedere la riduzione del debito greco richiesta da tempo dal Fmi stesso”, evidenzia la sim sottolineando che “a seguito delle notizie vi è stato un duro scambio di lettere tra governo greco e Fmi.Come se non bastasse “sono stati pubblicati 2,6 tera di documenti di uno studio legale di Panama, molto attivo nella creazione di trust, in cui sono citati i nomi di una serie di politici e imprenditori clienti dello studio”, ricorda Equita. Il mare di documenti, denominati Panama Papers, descrivono operazioni che vanno dal 1977 alla fine del 2015. Milioni di pagine con gli affari e i conti esteri di re, capi di stato e di governo, politici, imprenditori e vip di tutto il mondo dello studio legale Mossack Fonseca di Panama sono passati da un informatore al quotidiano tedesco Suddeutsche Zeitung e analizzati dall’Icij (International consortium of investigative journalists).Tra i nomi dei circa 800 italiani coinvolti, secondo l’Espresso anche il presidente di Alitalia e vicepresidente di Unicredit Luca di Montezemolo.