NUOVO CONSIGLIO AL GRANA PADANO

L’assemblea dei soci del Consorzio per la Tutela del Formaggio Grana Padano riunitasi a Villa Tassinara (Rivoltella del Garda, BS), ha eletto il nuovo consiglio che nelle prossime settimane nominerà il presidente e la giunta. “Questo mandato –  ha detto il presidente uscente Nicola Cesare Baldrighi – è stato sicuramente positivo anche se ha esordito con il catastrofico terremoto del 2012, superato con difficoltà e fatica ma senza generare conseguenze irreparabili grazie alla solidarietà interna, ai tempestivi interventi pubblici da noi impostati, sollecitati e seguiti passo a passo, oltre che alla risposta affettuosa dei consumatori. Un mandato che ha garantito quotazioni e risultati buoni, e alcune novità che vanno ancora ricordate, tra cui la vigilanza fissa sul grattugiato, il rinnovo del Piano Produttivo con l’esclusione del retinato dalla differenziata, l’impegno ad Expo2015, le modifiche del Disciplinare per migliorare la qualità e un impegno sempre più importante a favore dell’export che quest’anno ha raggiunto ben il 36% del totale”.“In sintesi – ha concluso il presidente Baldrighi – le strade obbligate da percorrere in Italia sono esclusivamente due: la prima è quella della qualità distintiva delle nostre produzioni sia lattiere che casearie distaccandoci delle commodities. La seconda è quella del miglioramento delle performances sia in stalla sia in caseificio. Va rincorsa la qualità e non la resa che spesso confligge con l’eccellenza qualitativa”. Il Consiglio per la nomina della presidenza e del comitato di gestione si terrà lunedì 2 Maggio.