OFV, C’È L’OK DEL MINISTERO PER VENDERE AGLI INDIANI

Il ministero dello sviluppo economico ha autorizzato il commissario straordinario delle Officine Ferroviarie Veronesi (Ofv) alla vendita dell’azienda al gruppo indiano Ruia. Solo il 25 maggio scorso il Mise aveva respinto l’offerta della società indiana (l’unica proposta arrivata al commissario) giudicandola inadeguata sia sul piano economico, sia del recupero occupazionale. Nei giorni scorsi i contatti tra il sindaco Flavio Tosi e il ministro Carlo Calenda, rimasto in attesa di accertare il collegamento tra la newco proponente e il gruppo industriale indiano. La proposta di acquisto prevede il pagamento di 3 milioni di euro in quattro rate annuali anticipate per le Ofv, azienda specializzata nella costruzione di carrozze ferroviarie. Per i lavoratori si prevede l’assunzione immediata di sette persone, altre 13 entro il 31 gennaio 2017 e 90 entro il 31 dicembre 2018. L’iniziale bocciatura arrivata nei giorni scorsi aveva scatenato le reazioni della politica veronese, che si era mobilitata per dare ancora una speranza ai 126 lavoratori dell’azienda, a rischio licenziamento.