ORA BANCO BPM FA SCUOLA SI PREPARANO BPER E CREVAL

Il Banco Popolare e la Popolare di Milano a breve si fonderanno in un unico soggetto destinato a diventare il terzo istituto di credito italiano. Stando alle stime degli esperti, nel 2019 Banco-Bpm (questo il nome che sarà dato alla nuova creatura) dovrebbe produrre 1,1 miliardi di utili netti. L’aggregazione sarà operativa da gennaio e Giuseppe Castagna (consigliere delegato di Bpm) ricoprirà il ruolo di amministratore delegato del nuovo gruppo). L’operazione – la prima da quando esiste l’Unione bancaria – non sarà certo l’unica. Nei prossimi mesi (anche se non nell’immediato) potremmo infatti assistere ad altre fusioni.Dopo un necessario aumento di capitale, per Mps potrebbe tornare a farsi largo l’ipotesi di una fusione con UBI, la quale ha recentemente trasformato le sette banche che la componevano in un gruppo unico. Non è esclusa inoltre un’aggregazione tra il Credito Valtellinese e la Banca Popolare dell’Emilia Romagna, dopo la trasformazione in spa. Oltre a Creval e Bper, gli altri istituti che nelle prossime settimane saranno chiamati a diventare società per azioni sono la Popolare di Bari e quella di Sondrio.