PALENZONA, PASSO DI LATO ALLA APPENDINO NON PIACE

Grandi manovre nel risiko bancario che ruota attorno a Unicredit. Fabrizio Palenzona sarebbe disposto a non candidarsi quale vice presidente di Un­icredit, in quota Cassa di Risparmio di Torino. Sarebbe il primo risultato della guerra che gli ha dichiarato Chiara Ap­pendino. Piuttosto che scendere a patti con la sindaca pentastellata sarebbe pronto al passo di lato. Come Grillo.La scelta sarebbe maturata dopo aver intercettato i desideri della giovane sindaca della Mole. Pare, scrive Dagospia, che avrebbe intenzione di fare una gara per individuare una figura di spicco per la presidenza della Crt. Sebbene la sua preferenza ricada su un giovane professore della facoltà di Economia di Torino, con già esperienze di cda bancari alle spalle. La Appendino, da torinese vera, prima di far capire le sue intenzioni, ha telefonato al notaio per antonomasia della Mole, Antonio Maria Marocco, per chiedergli se la sentisse di ricoprire l’incarico. E lui, altro piemontese doc, ha cortesemente declinato l’invito con un elegante “sono stanco”…