PARTITA L’OPS DI CAIRO PER CONTROLLARE RCS

Entra nel vivo la contesa per il controllo di Rcs. Venerdì la Consob ha concesso il via libera alla pubblicazione del prospetto informativo relativo all’opa promossa da Investindustrial che vede schierati anche UnipolSai (4,6%), Mediobanca (6,25%), Pirelli (4,43%) e l’imprenditore Diego Della Valle (7,35%).  Ora è partita ufficialmente l’ops di Urbano Cairo (4,72%) annunciata lo scorso 8 aprile, operazione che vede Banca Imi come advisor (Intesa Sanpaolo detiene un ulteriore 4,2% di Rcs).L’offerta di Cairo – che punta a raggiungere il 50% del capitale Rcs più un’azione – terminerà il prossimo 8 luglio salvo proroghe e l’editore alessandrino avrà a disposizione i prossimi cinque giorni (fino a venerdì compreso) per migliorare i termini della propria offerta e ribattere alla proposta di Bonomi e dei suoi soci. Nel dettaglio, Urbano Cairo propone di scambiare ciascuna azione Rcs per 0,12 azioni Cairo Comm., con una valorizzazione unitaria dei titoli di via Solferino pari a 0,551 euro (0,527 euro escludendo il dividendo).Andrea Bonomi e i suoi alleati puntano invece a convincere i piccoli soci del gruppo editoriale con un’offerta in contanti a 0,7 euro.