TECHNOGYM, AVVIO SPRINT Eccesso di rialzo per l’azienda italiana. “Un passo avanti”.

Debutto col botto per Techonogym. L’azienda italiana leader nelle attrezzature per il wellness è finalmente sbarcata all’Mta di Piazza Affari. Il titolo ha avuto una partenza sprint, non riuscendo a fare prezzo in apertura per eccesso di rialzo e segnando poi un guadagno dell’11,45%. Il collocamento si era chiuso con una domanda quattro volte superiore all’offerta e prezzo di partenza fissato a 3,25 euro.’«Siamo soddisfatti dall’esito dell’ipo», ha detto Nerio Alessandri, fondatore e presidente di Technogym , « considerato anche il difficile momento dei mercati azionari. Le ultime due quotazioni di aziende in Europa sono andate molto peggio». La quotazione è avvenuta in un movimentato evento a Palazzo Mezzanotte in cui i presenti, seduti sulle wellness ball dell’azienda romagnola, sono stati coinvolti in una lezione collettiva di fitness. Erano presenti tutti i testimonial sportivi di Technogym , da Fabio Cannavaro a Clemente Russo a Flavia Pennetta. Dopo avere suonato la campanella, Alessandri ha ribadito nel suo discorso la soddisfazione e l’emozione di sbarcare in borsa dopo un percorso «lungo 34 anni, iniziato nel garage di casa con mio fratello, mia moglie e un vicino di casa come primi soci e collaboratori». Il presidente ha anche ribadito come l’arrivo sul mercato non sia «un passo indietro, ma in avanti. L’investimento in Technogym  è di lungo periodo, non ci interessano troppo i risultati giorno su giorno. In Europa siamo leader, in Asia ci stiamo espandendo da otto anni, in America siamo presenti ma è proprio lì che vogliamo espanderci in futuro. Vedremo tra due-tre anni».