UBI BANCA: I FONDI BATTONO I PATTISTI “UN SALTO ALLA FOSBURY”

I fondi hanno battuto i pattisti per l’elezione del nuovo Consiglio di Sorveglianza di Ubi nella prima assemblea dopo la trasformazione in spa svoltasi a Bergamo. La lista numero 2, quella presentata dai fondi, ha vinto ottenendo il 51,1% dei voti rispetto al 48,48% della lista unica di maggioranza presentata dai due patti di sindacato, che si erano accordati per presentare un listone unico. Il Cds sarà quindi composto da Giovanni Fiori, Paola Giannotti e Patrizia Giangualano in rappresentanza dei fondi mentre gli altri nove componenti provengono dalla lista numero uno: Andrea Moltrasio, Mario Cera, Armando Santus, Gian Luigi Gola, Pietro Gussalli Beretta, Pierpaolo Camadini, Letizia Bellini Cavalletti, Renato Guerini, Giuseppe Lucchini, Francesca Bazoli, Sergio Pivato e Alesandra Del Boca. “E’ il primo salto alla Fosbury”, ha commentato il presidente del Cds, Andrea Moltrasio. L’assemblea ha comunque approvato la proposta di destinazione dell’utile d’esercizio e la distribuzione di un dividendo unitario di 0,11 euro a ciascuna delle 900.316.743 azioni ordinarie di UBI Banca in circolazione, al netto delle azioni proprie detenute in portafoglio, per un monte dividendi di 99 milioni di euro.