UNIONE EUROPEA E UNIONE BANCARIA DI ACHILLE OTTAVIANI

Se c’era una cosa che doveva fare subito l’Unione Europea assumendosene i conseguenti rischi era l’Unione Banca­ria. Ad oggi non ha ancora visto la luce. La Commissione Europea ha però deciso di stringere i tempi e di premere sull’acceleratore. Notizia molto positiva perchè l’Euro­pa è tuttora sprovvista di unione monetaria senza un livello sovra nazionale di supervisione delle banche. Una lacuna che si è manifestata con regolare puntualità non appena si è esaurita la spinta del boom internazionale. Ci sono però due problemi molto delicati da risolvere. Per realizzare l’Unione ban­ca­­ria, bisogna affrontare due temi cruciali: i crediti a ri­schio e l’assicurazione depositi. Que­st’ultimo in particolare è un punto assai delicato e controverso. Tanto per cambiare la Germania sarebbe contraria perchè non vedrebbe di buon occhio che le banche tedesche vadano a rimborsare i depositanti di altri paesi. Sanno bene quei signori che c’è ancora tanta porcheria depositata negli istituti di credito europei. Ecco perchè ci sarà da aspettare ancora un bel pò di tempo prima che il sogno dell’Unione bancaria si avveri.