veneto banca: Azionisti di minoranza pronti ad azioni legali

L’associazione «Per Veneto Banca», che raccoglie circa 200 fra i principali azionisti di “minoranza” dell’istituto di Montebelluna, detentori di oltre l’8% del capitale, muove i primi passi sul terreno di una difesa legale degli interessi dei soci rappresentati. Dopo aver tentato, senza risultati a detta del presidente dell’associazione, Matteo ­, un dialogo con il Consiglio di amministrazione della banca, l’associazione minaccia di passare alle carte bollate. Intanto  la S.p.A., oggi guidata dall’Ad Cristiano Carrus comunica che si è conclusa l’offerta in opzione ai soci Veneto Banca  di . 2.017.248 azioni ordinarie  per le quali è stato validamente esercitato il diritto di recesso ad un prezzo di offerta corrispondente al valore di liquidazione delle stesse pari a Euro 7,30 per ciascuna azione ordinaria. Al termine dell’Offerta in Op­zione, residuano 1.991.347 Azioni Oggetto di Recesso  che la Società procederà a collocare presso terzi. Le Azioni Residue sono offerte esclusivamente a investitori professionali fino al 14 marzo .