VISCO E LA RIPRESA: “BISOGNA FARE DI PIÙ”

“La ripresa è ancora da consolidare. Le previsioni di consenso indicano per l’Italia il ritorno ai livelli di reddito precedenti la crisi in un tempo non breve; sono deludenti le valutazioni sul potenziale di crescita della nostra economia. Si deve, e si può, fare di più”. E’ questo il messaggio lanciato dal Governatore della Banca d’Italia, Ignazio Visco nelle considerazioni finali dopo aver ricordato che “usciamo lentamente, con esitazione, da un lungo periodo di crisi, non solo finanziaria ed economica”.Per Visco poi le banche italiane devono agire sui “costi, inclusi quelli per il personale agendo su qualità e quantità degli organici”.  Secondo il governatore della Banca d’Italia occorre proseguire “nella riduzione degli sportelli” adeguando “il modello basato su una diffusa presenza territoriale”. Per il governatore “azioni ancora più determinate e tempestive” sui costi “saranno indispensabili” per gli istituti in difficoltà attenuando le “ripercussioni sui dipendenti” grazie alle nuove norme sul fondo di solidarietà. Intanto per Visco la domanda di lavoro è tornata a crescere a un ritmo superiore alle attese di un anno fa, e il tasso di disoccupazione dei giovani è sceso per la prima volta dal 2007 di oltre due punti percentuali, ma “la disoccupazione resta però troppo alta”.”La legalità”, ha concluso il governatore di Bankitalia, “è condizione cruciale per lo sviluppo”.