VIVENDI E MEDIASET PER STOPPARE NETFLIX di Achille Ottaviani

L’accordo tra Vivendi e Me­dia­set sembra pronto ad essere sot­toscritto. In questa settimana, e nella precedente, si sono susseguiti incontri ad ogni livello. Ora, dicono i bene informati, man­cano solo gli ultimi aspetti contrattuali. Tra oggi e venerdì dovrebbero essere poi convocati i consigli di amministrazione per gli ok definitivi all’operazione. L’alleanza verrà cementata da uno scambio del 3,5 per cento di Vivendi e di Mediaset. Al di là dei valori e degli aspetti economici è importante rilevare l’alleanza industriale decisa da Piersilvio Berlus­coni e dai ma­nager di Vicendi. Con l’acquisizione di Me­dia­set Premium la società francese intende realizzare un’u­­nica piattaforma europea per le sue tv a pagamento. Con la possibilità, se avvenisse, di aver maggior potere contrattuale in alcuni settori come il calcio e la copertura geografica di grandi superfici. La mente di tutto è Tarak Ben Ammar. L’im­pren­ditore che sta consigliando tutti gli interessati con l’obiettivo di realizzare un’unica grande casa di produzione europea capace di contrastare il “nemico” numero uno  cioè l’americana Netflix.