VIVENDI-MEDIASET PIER SILVIO NEL CDA

Dopo la fumata bianca tra Vivendi e Mediaset, Pier Silvio Berlusconi siederà nel Cda del gruppo francese in rappresentanza del Biscione. L’indiscrezione viene lanciata dall’Ansa e appresa da fonti finanziarie vicine a un dossier che e’ ancora in fase di definizione dei dettagli.Il progetto prevede uno scambio azionario attorno o poco superiore al 3%, la cessione del controllo di Mediaset Premium a Vivendi e un rappresentante per ogni gruppo nei rispettivi board. Il vicepresidente e a.d. di Mediaset siede tra gli altri anche nei Cda di Mediobanca e Mondadori.Analizzando più a fondo la trattativa, come evidenziava Affari nelle scorse ore le voci che girano dicono che mercoledi’ potrebbe essere siglato un pre-accordo con Vivendi, da rendere definitivo in due mesi, per lo scambio azionario del 3,5% del capitale tra i due gruppi. La differenza di valore dei due pacchetti (circa 720 mln euro) dovrebbe coprire il passaggio dell’88,9% di Premium a Vivendi (a cui poi si aggiungera’ anche l’11,11% detenuto da Telefonica). La pay TV di Mediaset dovrebbe quindi ricevere una valorizzazione complessiva di circa 800 mln euro.Il gruppo francese unirebbe in una seconda fase Premium a Canal+, con l’obiettivo di creare un player europeo della Pay TV a cui affiancare una piattaforma”. Gli analisti spiegano che dai dati indicati dalla stampa “non risulterebbe upside rispetto alla nostra stima del valore della partecipazione detenuta da Mediaset (729 mln euro)”.