ZONIN, CRESCE IL FATTURATO GRAZIE AL MERCATO ESTERO

Zonin1821, azienda vitivinicola leader nel settore a livello italiano e internazionale, chiude positivamente il bilancio semestrale 2016 con un incremento del fatturato del 21% rispetto ai primi sei mesi del 2015. “I risultati confermano il percorso di continua crescita intrapreso negli ultimi anni dall’azienda che, grazie alla presenza in oltre 110 Paesi, si conferma una realtà vitivinicola tra le più rilevanti e riconosciute per validità del modello gestionale e capacità di innovazione” spiegano all’azienda, guidata da Domenico Zonin, figliodi Gianni. Al 30 giugno 2016 la casa vitivinicola ha registrato a livello consolidato un fatturato netto pari a 82,8 milioni, in aumento del 21% rispetto ai 68,3 milioni conseguiti nei primi sei mesi del 2015. A questo risultato hanno contribuito soprattutto l’ottimo andamento delle due società controllate Zonin UK e Zonin USA, che chiudono i primi sei mesi del 2016 con un fatturato netto rispettivamente a 20,87 milioni (+54% rispetto alla semestrale 2015) e 25,36 milioni (+35% rispetto alla semestrale 2015). Zonin1821 prosegue con successo la strategia di internazionalizzazione, che oggi porta i propri frutti.