CARIVERONA, INNOVAZIONE E COESIONE SOCIALE Si confrontano i rappresentanti dei 12 progetti selezionati tra i partecipanti al bando “Welfare & Famiglia”. La Fondazione ha messo a disposizione 4,5 milioni

Mercoledì 9 maggio, dalle 14.30 alle 18, nella Sala del Ridotto del Teatro Comunale di Vicenza i rappresentanti di nuovi 12 progetti selezionati tra i partecipanti al Bando Welfare & Famiglia, promosso da Fondazione Cariv­erona, si raccontano al pubblico in un breve ed emozionante talk-show. L’appuntamento sarà condotto da Cristiano Sega­nfreddo, innovatore e imprenditore creativo, che dialogherà con Massimiano Bucchi e Laura Orestano per raccontarci di che cosa parliamo quando parliamo di innovazione. La Fondazione ha promosso il Bando Welfare & Famiglia con l’obiettivo di valorizzare la promozione di reti territoriali e rafforzare le competenze dei propri beneficiari, volendo dare nel contempo un forte impulso ai temi dell’innovazione e della coesione sociale che animano il dibattito sul nuovo welfare. Le risorse messe a disposizione dalla Fondazione sono pari a 4,5 mln di euro. “La nostra Fondazione ritiene doveroso sperimentare nuove strade nei percorsi finalizzati al sostegno della famiglia, valorizzando la promozione di reti territoriali e rafforzando le competenze dei propri beneficiari, volendo dare nel contempo un forte impulso ai temi dell’innovazione e della coesione sociale che animano il dibattito sul nuovo welfare.”, sottolinea il presidente di Cariverona, Alessandro Maz­zucco. “Proprio per questi motivi – ha poi evidenziato il direttore generale della Fondazione, Giacomo Marino – abbiamo voluto che fossero presenti a Vicenza per dare il loro contributo alcuni dei massimi esperti dell’innovazione sociale, Massimiano Bucchi e Laura Orestano, perché confrontandoci con loro ci sia per tutti un’ulteriore occasione di crescita”. Sul palcoscenico della Sala del Ridotto del Teatro Comunale di Vicenza, si esibiranno – presentando i rispettivi progetti con un tempo massimo di 7 minuti ciascuno – i seguenti soggetti:1. La Cooperativa Sociale I Piosi di Sommacampagna (VR) con Opportunity Hub – progetto triennale rivolto a giovani neet e alle loro famiglie. 2. Azienda Ulss 7 Pedemontana di Bassano del Grappa (VI) con Tessitori di Territori – sostegno a famiglie con figli che presentano difficoltà sociali, familiari o forme di disagio emergenti. 3. Comune di Filottrano (AN) con La fabbrica del welfare. Un laboratorio di legami sociali a Filottrano – realizzazione di uno spazio di aggregazione per la prevenzione del disagio sociale dei giovani 4. Istituto Nazionale Riposo e Cura per Anziani Ancona con InnFamiglia – innovazione sociale e tecnologica per le famiglie che assistono malati affetti da Alzheimer 5. Fondazione Pia Opera Ciccarelli Onlus di San Giovanni Lupatoto (VR) con Una piattaforma innovativa per il Sharing Welfare – Progetto di Abitare Domestico Sereno e Domotica 6. Coop­erativa Sociale Filo Con­tinuo di Pescantina (VR) con Stare meglio si può – percorsi territoriali di sostegno a famiglie con persone in situazione di disabilità 7. Associazione Donnextrà Onlus di Mantova con RI-ABILITA – interventi laboratoriali riabilitativi per ragazzi/e disabili gravi presso il Parco inclusivo “Cecilia” di Montanara di Curtatone. 8. Cooperativa Sociale Comunità Papa Giovanni XXIII con Reti di Comunità a Lonigo – prevenzione del disagio minorile e giovanile sul territorio vicentino. 9. Comune di San Giovanni Lupatoto (VR) con Family+ – attivazione di servizi integrati rivolti alle famiglie con minori. 10. Associazione Impresa Sociale Rindola di Vicenza con Anziani in azione per una Comunità attiva – Contrasto dell’isolamento dovuto ad una fragilità cognitiva 11. Comune di Ancona con Un quartiere…in Comune – iniziative volte a favorire la socializzazione, l’orientamento e l’inclusione socio-lavorativa di persone in difficoltà 12. Cooperativa Sociale Pedagogika di Monticello Conte Otto (VI) con Senior-Mente – invecchiamento attivo, supporto alla non autosufficienza e ai caregiver.