CHI VUOL SALIRE SULLA DUCATI di Achille Ottaviani

Ducati, storico marchio italiano e bolognese di nascita, oggi controllato dalla Volks­wa­gen, scopre di avere molti corteggiatori. Il gruppo tedesco non sembra più intenzionato a cederlo. Nonostante questo, la Ducati continua ad avere numerosi pretendenti. In primis il co­strut­tore automobilistico indiano Eicher Motors, proprietario del marchio di motociclette Royal Enfield. Il gruppo asiatico ha preparato un’offerta che sfiora i due miliardi di dollari accompagnata da un piano industriale strutturale e finanziario di prim’ordine. A voler salire sulla Ducati, il cui fatturato supera i 100milioni di euro, ci sono però altri pretendenti come i fondi di investimento privati di KKK e CVC Capital Partners, a cui si sono aggiunti anche il costruttore americano della Harley David­son, i giapponesi della Suzuki e gli indiani di Bajaj Auto. Insom­ma il marchio, un tempo eccellenza del made in Italy, oggi è corteggiato da mezzo mondo.